Ferrara: tra merli, merletti e volte (parte 2)

Rampari di Belfiore

Continuiamo questo piccolo ma piacevole viaggio nella cittadina di Ferrara (se vi siete persi la prima parte ecco il LINK), partendo zaino in spalla dall’hotel (a fine articolo troverete la recensione dell’albergo in cui ho alloggiato) e percorrendo interamente Corso Ercole I d’Este: un lungo vialone acciottolato e alberato che conduce dal Castello Estense alla Porta degli Angeli.
Corso Ercole I d’Este è il viale simbolo della città. Si può definire un corso rinascimentale con edifici di grande pregio da poter ammirare.

Ferrara tra il verde e l’ombra

Come detto, procedendo lungo il corso si arriverà alla Porta degli Angeli. Eretta nel 1500 è una delle prime porte di avvistamento della città, a cui poi furono aggiunte successivamente le mura.
Ad oggi rimangono soltanto alcuni resti delle vecchie mura, ma che in ogni caso ci consentono di immaginare la struttura che una volta difendeva Ferrara e i suoi cittadini.

Da qui possiamo proseguire seguendo la cosiddetta Rampari di Belfiore. E’ un altro stupendo viale interamente pedonale, dove si può passeggiare all’ombra degli alti alberi costeggiando quello che una volta era la cinta della città.
La bellezza della Rampari di Belfiore è la totale assenza di rumori e la lontananza dal traffico e dallo smog cittadino. Si è un tutt’uno con la natura, tra il verde degli alberi e il colore dei fiori.

Incamminandosi poi per Via delle Vigne ci imbatteremo nel Cimitero Ebraico e infine nel Parco Massari. Un giardino pubblico dove si potranno apprezzare aiuole dal tono ottocentesco e dove una bella sosta è d’obbligo stando al fresco di alberi secolari, come il ginko e il cedro del Libano.

Mangiare e dormire?

Raccomandazioni per il pranzo non ne darei; dopo Piazza Savonarola potete in ogni caso trovare innumerevoli ristoranti che offrono tipologie differenti di menù (locali e non) ad ottimi prezzi.
Menzione d’onore alla gelateria L’Era Glaciale (quasi fronte Duomo) dove un eccezionale gusto al ‘cioccolato nero all’arancia’ ci ha deliziati per due pomeriggi di fila! 😀

Per dormire posso suggerire Hotel De Prati. E’ a due passi dal Castello Estense, insomma… da tutto! Offre quindi ogni comodità per godersi al meglio Ferrara. La camera e il bagno pulitissimi e la colazione propone un discreto buffet con varietà tra dolce e salato. Personale squisito e gentilissimo! Costo: 85€ per una doppia.

Conclusioni

Ferrara la consiglio vivamente per passare un weekend tra storia, cultura, natura e romanticismo. Un mix perfetto per una coppia!
Spero che questa piccola recensione sia stata di vostro gradimento, commenti e discussioni sono benvenuti.

Alla prossima!!

Particolare caseggiato della citta Hotel De Prati Mura ferraresi Corso Ercole I d'Este

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *