Antonino, io ci provo!

La passione per l’arte culinaria è iniziata circa 4 anni fa.
Sai quando finalmente ti trasferisci nel nuovo appartamento, con relativa cucina appropriata, che ti permette di poter realizzare i piatti che hai sempre desiderato?
Ecco quello è stato il principio di tutto!

In questi anni mi sono appassionato parecchio e ho sempre cercato di migliorarmi anche se non ho mai seguito corsi specifici. Ma giuro che è uno dei miei propositi che prima o poi smarcherò! 😀

Inizio questo blog con la ricetta di uno dei miei piatti forti che, tra l’altro, è di mia inventiva! E ho voluto creare un primo piatto che “descrive” la mia vita: un misto tra Piemonte, Langhe e montagna.

Calamarata crema di raschera, nocciole e speck croccante

Perchè descrive la mia vita?
Partiamo dalla calamarata: pasta tipica napoletana. E non essendo un puro sangue di razza piemontese (mamma di Portici e papà di Cirò), non potevo che partire da lì.
Crema di raschera e nocciole perchè gli ultimi 3 anni li ho vissuti a Saluzzo, nei pressi di Cuneo, per lavoro (a questo dedicherò sicuramente un articolo a parte) e il raschera è uno dei formaggi langaroli più buoni nonchè uno dei miei preferiti, le nocciole, beh, come si può non pensare alla Nutella?!
(E si… Se non lo sapevi la Ferrero è piemontese e si trova ad Alba)
Infine lo speck per i miei 7 anni vissuti in quel della Valle d’Aosta, quindi una menzione non si poteva non fare.

Insomma sta ricetta?

Sciogliamo una noce di burro in un pentolino e successivamente aggiungiamo il raschera. Tutto a fuoco lento, chiaramente, e poi aggiungeremo le nocciole precedentemente sbriciolate.
Contemporaneamente mettere l’acqua per la calamarata sul fuoco; questo tipo di pasta cuoce in circa 13 minuti, quindi il tempo per far tutto è cospicuo.
Lo speck croccante si prepara tagliando dei filettini rettangolari che andremo a scottare in una padella antiaderente senza olio. Appena lo speck sarà appunto “croccante” possiamo spegnere il fuoco e teniamo tutto da parte.
Non appena la calamarata è pronta, andremo ad amagamare la pasta insieme alla crema che abbiamo preparato precedentemente. Impiattiamo e per ultimo andremo a ‘posare’ lo speck croccante sulla pasta.

Il risultato è un primo piatto ECCELLENTE, facile e veloce da fare.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *